“Mio padre mi ha insegnato molto, quasi tutto, e soprattutto mi ha trasmesso la passione per le “cose” che si fanno o che si vogliono fare”
Ci sono storie bellissime nel motociclismo, che meritano di essere raccontate.
Ne abbiamo una davvero bella per voi.

Ci sono realtà aziendali e realtà aziendali. Ci sono realtà aziendali che stupiscono, altre che colpiscono. Le prime fanno il loro lavoro in modo invidiabile, ergendosi ad esempio di sostanza. Ma le seconde, le seconde sono razionalmente radicate, emotivamente roventi, simbolicamente influenti: rimandano a qualcosa d’altro. Non si fermano al lavoro perfetto. Ci mettono passione. Hanno costruito qualcosa di umanamente importante, così riconoscibile da destare l’occhio non appena cade sul loro marchio.

E ci sono storie incredibili dietro a queste realtà.

Bmp -Tappi ne è l’esempio per eccellenza. Il loro nome così conosciuto nel mondo del motociclismo nasce da una storia bella, bella davvero! Che vogliamo raccontarvi. E i piloti che portano quel logo sul proprio casco, o sulla propria moto, hanno altrettante storie incredibili che non fanno che rafforzare quanto detto finora: c’è della passione! C’è del sacrificio, c’è della volontà. C’è tanto di brutto nel motociclismo, ma c’è anche così tanto bello che storie di un certo tipo rimangono incollate come brezza marina sulla pelle.

 

 

 

 

 

 

Lui è Simone. Lui è Bmp-Tappi, e in queste righe ci racconta chi è.

Tra le domande che più spesso mi pongo e mi pongono ce n’è una che ricorre senza tregua: ma perché sono nato con la passione per le moto? Perché tra tutti gli interessi con cui potevo crescere, ho pescato dal mazzo proprio quello delle moto? E magari non il calcio come la maggior parte delle persone ? Forse, come tutte le cose, nasce dall’osservare, e dall’aria che respiravo in famiglia, sia per gli hobby che per il lavoro. Mio padre mi ha insegnato molto, quasi tutto, e soprattutto mi ha trasmesso la passione per le “cose” che si fanno o che si vogliono fare … la passione aiuta ad andare avanti tutti i giorni e a risolvere i problemi con molta meno fatica. Questo l’ho imparato lavorando e stando quotidianamente accanto a lui, osservando le sue passioni.

Ricordo i weekend che mio padre passava sulla moto da trial con i suoi amici, ricordo i momenti passati insieme nel sistemare tutte le regolazioni e le manutenzioni della moto ed è li che il mio hobby per le moto è nato. Poi, nell’adolescenza, il primo motorino per sfrecciare per il paese e, successivamente, la moto da strada e le domeniche mattine passate nei classici giri fuoriporta che tutti i motociclisti amano fare. Poi, il piacere della guida e della velocità, mi ha portato ad abbandonare le moto stradali per abbracciare il mondo della pista ed amare l’atmosfera dei circuiti: l’aria, la tensione e la gioia che si respira del paddock sono emozioni che ancora oggi mi riportano bambino e accendono in me la passione della moto.

Ecco spiegato perché oggi, grazie al lavoro che mio padre ha iniziato egregiamente ben 60 anni fa e che tutta la mia famiglia porta avanti insieme a me, ho l’amore e la passione per il mio lavoro e per le moto. E’ quello che ci spinge a credere in chi è in questo ambiente per passione. Ovviamente esistono anche gli aspetti economici, ma tra passione ed economia vince sempre la passione e noi motociclisti conosciamo bene il tempo e il denaro che abbiamo investito nelle nostre moto.

Ecco perché oggi affianchiamo e supportiamo la Riding School Pedersoli, perché riconosciamo in questa scuola un’alta professionalità, il giusto modo nell’insegnare e nel valorizzare ognuno i propri talenti, e perché tutti siamo spinti dalla passione per le moto.

Ma vi siete accorti quante volte ho scritto passione ??? ��

Simone Bustreo, BMP-TAPPI

Luca Pedersoli, Luca Salvadori, Niccolò Canepa, Alessandro Delbianco, Stefano Valtulini. 
Cosa accomuna questi piloti? Sono bandiere di Bmp-Tappi, portanome di una storia che meritava di essere raccontata. Piloti eccezionali, diversissimi tra loro, straordinari in quello che fanno. Personalità fuori dal comune, che insieme a Simone hanno raggiunto obiettivi ineffabili.

 

Di che tipo? Scopri le loro storie sulla pagina Instagram di Bmp-Tappi!

 


(Sopra) Niccolò Canepa a Misano, in occasione dei corsi del 22 giugno 2020.
Da anni Niccolò è istruttore Riding School Pedersoli e bandiera Bmp–Tappi.
(Appena sotto) Niccolò impegnato nelle competizioni Mondiali di cui è assoluto protagonista.

 

 

LEGGI IL PDF: BMP-TAPPI