Cala il sipario su una stagione difficile, partita tra mille dubbi e portata avanti con grande forza.
Vallelunga incorona i campioni italiani 2020 e lascia, come ogni ultimo atto, quell’evocativo e platonico senso di nostalgia.

Un grandissimo Roberto Farinelli chiude una stagione strepitosa, dominata dall’inizio alla fine, portata avanti con tenacia e polso, umano e sportivo. È lui il Campione National Trophy 600 2020.

Ma il 2020 è anche l’anno di Luca Salvadori. Implacabile in gara 1, con una vittoria bellissima nel sabato romano, Luca ha vissuto una stagione da grande protagonista, chiusa a briciole dalla vetta. Il National Trophy 1000 lo incorona Vicecampione.
Ma incorona anche due piloti che, nonostante sfortune e imprevisti, hanno lasciato il segno nella categoria: Simone Saltarelli chiude come prima Yamaha della classifica generale 2020. Fabrizio Perotti ci lascia il sapore di un indimenticabile 1.36.7 nelle qualifiche di Misano.

Nel doppio appuntamento del Civ Superbike vediamo invece una doppia conferma del nostro Alessandro Delbianco, terzo sabato e secondo domenica dopo battaglie lunghe 18 giri. La paura del sabato lascia invece posto alla sfortuna della domenica per Andrea Mantovani, che purtroppo lascia Vallelunga con grande rammarico: le posizioni che contano erano lì, ferree nelle sue mani. Che peccato!

Dalla battaglia della 600 emerge tutta la solidità del nostro Stefano Valtulini. Una stagione di grande costanza, sempre protagonista delle prime posizioni, lo incorona con grandissimo merito terzo classificato nel Campionato Italiano. Sempre ottimo in top ten anche Roberto Mercandelli.

 

Ma questo è anche il weekend di un grande Kevin Manfredi! All’Autodromo dell’Estoril, Kevin conquista il titolo Europeo della SuperSport 600, con quattro gare in meno rispetto agli altri avversari e due top 5 Mondiali.

Le basi per il 2021 sono entusiasmanti.